Porto canale, bene il confronto a Roma ma si attendono atti concreti


Share

Consideriamo importante la discussione svolta oggi al tavolo interministeriale da noi fortemente richiesto ma aspettiamo che si traducano in atti concreti gli impegni presi sull’istituzione di Zes, zona franca doganale e sul superamento dei vincoli paesaggistici in vista della call internazionale che ha necessità di essere sostanziata da elementi concreti, insieme agli investimenti di 94 milioni di euro previsti per le infrastrutture, che rendano appetibile il porto industriale di Cagliari”: lo ha detto la segretaria Filt Cgil Cagliari Massimiliana Tocco che stamattina ha partecipato al tavolo a Roma. “L’auspicio è che i soggetti coinvolti lavorino all’unisono per promuovere e rilanciare il porto di transhipment come importante motore di sviluppo per il territorio di Cagliari e per tutta la Sardegna”, ha aggiunto la segretaria sottolineando che “l’attuale fase di sostegno al reddito dei lavoratorha proprio l’obiettivo di accompagnarli verso il riavvio delle attività portuali e che l’auspicio è che possano rientrare al lavoro al più presto”. La Filt attende quindi ulteriori sviluppi positivi e conseguenti agli affidamenti presi oggi da tutti i soggetti che a vario titolo hanno partecipato al tavolo.


Articoli Correlati...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: